Faccende domestiche per i bambini a seconda dell’età

Un aspetto molto importante nella educazione dei bambini è insegnargli ad assumersi delle responsabilità man man che crescono. Questo non li aiuterà solamente ad essere più disciplinati e ad imparare le regole, bensì contribuirà anche a fargli guadagnare autonomia ed indipendenza. Un modo molto semplice e pratico per inculcargli il senso della responsabilità consiste nel renderli partecipi nelle facende domestiche.

La seguente tabella di lavori domestici include alcune delle attività per le quali tuo figlio può essere preparato in ogni momento del suo sviluppo. Ovviamente, prima di metterla in pratica dovrai valutare se si adatta al livello di tuo figlio, in quando ogni bambino cresce con un ritmo diverso.

2-3 anni. Già può cominciare a riordinare i propri giocattoli, a mangiare da solo, a buttare le cose nella spazzatura, ad annaffiare le piante ed a portare i suoi vestiti nella propria stanza.

4-5 anni. Può vestirsi da solo, andare in bagno da solo, apparecchiare la tavola, dare da mangiare all’animale domestico e lavare i piatti sotto la supervisione di qualcuno.

6-7 anni. Può rifare il letto, organizzare la sua scrivania, preparare il proprio zaino, passare l’aspirapolvere e spolverare i mobili.

8-9 anni. Può lavarsi da solo, lavare i pavimenti, prendersi cura dell’animale domestico, preparare la colazione o cucinare dei piatti semplici sotto la supervisione di qualcuno.

10-11 anni. Può pulire la propria stanza, portare a spasso il cane, pulire il giardino, stendere la biancheria e prendersi cura di un fratellino.

12+ anni. Può portare fuori la spazzatura, fare la spesa, pulire la cristalleria e cucire un bottone.

Ariticolo completo su: Curiosando si impara